Anzio Centro

Anzio Centro

Anzio nasce dal porto, è prima il porto ad essere costruito e poi la città da un voto fatto da Papa Innocenzo XII. La caratterizzazione precipua del centro è la pesca, l'attività cantieristica e l'attività diportistica che vanta la presenza di gloriosi circoli nautici.

La riviera del sole

Il turismo della ristorazione raccoglie notevoli consensi: molto attivi i collegamenti verso le isole pontine grazie alla 'Vetor' e un fenomeno da comprendere è quello della proliferazione di agenzie immobiliari. Il territorio è geograficamente una lingua di terra parallela alla costa dove il polo amministrativo e il centro storico occupano una estremità.
Molto sviluppata è l'attività della balneazione con oltre 50 stabilimenti. Mentre gli addetti alle previsioni metereologiche minacciano tempeste, qui è diverso: è la riviera del sole di una luce particolare! E se anche il tempo, talvolta, sembra perturbarsi, riesce comunque a regalare indimenticabili tramonti. 
E per questo vale la pena estrapolare un passaggio dal monumentale carteggio del card. Corsini: "Poche ma belle sono state le 4 giornate che, comprese le 2 di viaggio, sono stato al mare ove gli inverni sono talmente placidi che mi consolano di avervi fatto un casino abitabile - Villa Sarsina 1735 - con la speranza di godermela in vecchiaia se Dio mi ci lascia giungere." (Anzio delle delizie, Le Dimore Nobiliari, 1997)

Un salto nel passato

Se facciamo un salto indietro di due secoli, assistiamo alla felicissima stagione delle ville dei primi del '900 scaturita anche grazie alla stratosferica cifra pagata dallo Stato agli Aldobrandini per acquistare la statua della Fanciulla di Anzio: motivo per il quale l'imprenditoria romana fu tentata di avviare, con la costruzione delle suddette ville, provvidenziali scavi e Giuseppe Polli ad inventarsi il Paradiso sul Mare come primo edificio realizzato in Italia a casa da gioco.
L'abbraccio magico del Golfo sfolgorante di sole e di mare ha contribuito a iniziative di grande valore umanitario: gli ospizi eliomarini. Il ministro della Guerra vi istituisce nel 1916 l'Ospedale militare, e il ministero degli Interni designa la nostra marina come particolare luogo di cura, di soggiorno e di turismo, 1930, e ai più giovani riserva gli arenili e i più insigni edifici: Villa Albani e Villa Adele, nel periodo in cui assunse il nome di Villa Pia, e quindi il nuovo "Istituto Nazionale degli orfani marinai" caduti in guerra, "I Marinaretti", e l'Asilo Savoia (l'odierno liceo scientifico 'InnocenzoXII') poi colonia marina da cui Anzio Colonia. 

Comune di Anzio

comune-anzio

Guardia Costiera

guardia-costiera

Social